Fondazione dell'Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Catania

Fibromialgia: cos’è la malattia che “non esiste”

30 gennaio 2018
fibromialgia.jpg

Dolori in tutto il corpo e stanchezza debilitante che rende impossibile condurre una vita normale. Questi sono i sintomi sommari e più conosciuti della fibromialgia, una patologia oggi riconosciuta, ma che per anni è stata considerata una malattia immaginaria. Ma che cos’è questa malattia che quasi nessuno conosce?

La fibromialgia è stata definita una malattia fantasma da alcune associazioni di pazienti, perché in passato si è perfino dubitato che esistesse davvero. Pensate che i disturbi da cui è caratterizzata venivano spesso ritenuti di tipo psicologico. Capita che non venga riconosciuta, che sia scambiata per altre condizioni con sintomi simili. A soffrirne sono per la stragrande maggioranza donne (un considerevole 90%).

I sintomi che accusa chi ne è affetto sono dolori cronici generalizzati in tutto il corpo. Nei racconti di molte pazienti si evince come anche un abbraccio, una stretta di mano, un piccolo urto bastino a provocare sofferenze acute. Una forte stanchezza e una costellazione di altri disturbi apparentemente non collegati tra di loro, dall’insonnia a problemi intestinali, fino a difficoltà di concentrazione, sono altri tra i sintomi più spesso riportati.

In passato, alle pazienti con questo disturbo veniva spesso diagnosticata la depressione, che oggi si ritiene possa invece essere la conseguenza delle sofferenze fisiche e del non veder riconosciuto e diagnosticato per lungo tempo il proprio disturbo. Oggi prevale la convinzione di considerarla una condizione vera e propria, e nel 2010 la fibromialgia è stata ufficialmente classificata come malattia nell’International Classification of Diseases dell’Organizzazione mondiale della Sanità.

Non si sa perché insorga: si ritiene che ci sia una componente genetica, perché spesso ricorre in una stessa famiglia. Ad accomunare chi ne soffre spesso c’è anche un trauma fisico, un incidente, oppure un’infezione. I malati riportano che dopo la fase acuta, apparentemente superata, sono subentrati i dolori cronici e diffusi. Ad oggi, non c’è una vera e propria cura. Meditazione, tecniche di rilassamento e alcune forme di terapia cognitivo-comportamentale sembrano avere una qualche utilità, anche se le prove sono meno forti dei classici antidolorifici.

La scienza, la ricerca e la medicina sono però impegnate su questo fronte.


La Fondazione dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Catania nasce nel Maggio 2015 con lo scopo di fornire alla propria categoria di riferimento una serie di servizi a supporto dell’attività professionale.

Contatti

Segreteria amministrativa

095 403 5513
095 403 5517
Lun/Merc/Ven 9.00-13.00
Mart/Giov 9.00-16.30


Email

fondazione@ordinemedct.it


Coordinatore Didattico

+39 339 3896097
+39 329 4838311



Copyright© 2016. Tutti i diritti riservati. Reattiva >

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi